La U.S. Food and Drug Administration sta raccogliendo informazioni sulla prevalenza e la gravità delle allergie al sesamo negli Stati Uniti per verificare la necessità di eventuali azioni regolatorie che richiederebbero sui prodotti confezionati l’indicazione del sesamo come allergene alimentare attraverso le modalità già previste per gli otto allergeni dalla FALCPA del 2004.
A differenza della normativa UE che lo identifica come allergene alimentare incluso nell’allegato II del regolamento UE 1169/2011, il sesamo non è attualmente contemplato come allergene alimentare (tra il “big eight”) nella Food Allergen Labeling Consumers Protection Act del 2004:
“FALCPA identifica come maggiori allergeni alimentari (90% delle allergie) 8 gruppi di alimenti o alimenti o ingredienti che contengono proteine derivate da tali alimenti (big eight):
Milk;
Egg;
Fish;
Crustacean shellfish;
Tree nuts (almond, beech nut, brazil nut, butternut, cashew, chestnut, chinquapin, coconut, filbert/hazelnut, ginko nut, hickory nut, lichee nut, macadamia nut/bush nut, pecan, pine nut/ pinon nut, pistachio, sheanut, walnut.
Wheat any species in the genus Triticum (Triticum aestivum L.), durum wheat (Triticum durum Desf.), club wheat (Triticum compactum Host.), spelt (Triticum spelta L.),semolina (Triticum durum Desf.), Einkorn (Triticum monococcum L. subsp. Monococcum), emmer (Triticum turgidumL. subsp. dicoccon (Schrank) Thell.), kamut (Triticum
polonicum L.), and triticale (x Triticosecale ssp. Wittm.);
Peanuts;
Soybeans;
Gli altri allergeni alimentari che non fanno parte dei “Big eight” non sono soggetti a etichettatura conforme alla FALCPA. FALCPA richiede inoltre in caso di presenza di “tree nuts”, “fish” e “Crustacean shellfish” sia dichiarata lo specifico nome o la specie (e.g. almond, pecans, walnuts / trout, salmon, etc.) “
Come parte della RFI (Request of Information), la FDA richiede anche input sulla prevalenza di alimenti contenenti sesamo venduti negli Stati Uniti per i quali, sulla base delle norme attuali, non è richiesta l’indicazione nella lista degli ingredienti sull’etichettatura dei prodotti confezionati.
Il periodo dei commenti è stato aperto il 30 ottobre 2018 e rimarrà aperto per 60 giorni.